Domani Consiglio comunale, oggi ancora non si conoscono le delibere. Nemmeno alla bocciofila …

Postato da Appello per L'Aquila il 27/07/2016 | 0 commenti

Domani, 28 luglio 2016, è convocato il Consiglio comunale sull’assestamento del bilancio di previsione 2016/2018, l’atto più importante dell’anno.
Denunciamo con forza che ad oggi i consiglieri comunali non hanno a disposizione i testi degli atti e non è stato svolto, incredibilmente, il previsto esame preliminare della Commissione competente.
Facendo scempio di ogni norma regolamentare e del buon funzionamento del Consiglio, questa situazione nega, da regolamento e nei fatti, la possibilità per i consiglieri comunali di presentare emendamenti nel rispetto di quanto stabilito dal Regolamento di contabilità. Altro che bilancio partecipato!

Queste violazioni sono ormai prassi, visto che il diritto/dovere dei consiglieri di conoscere i testi e poter presentare emendamenti è stato negato nelle ultime tre sedute relative al bilancio: quella dell’estate dello scorso anno, nella primavera di quest’anno e domani.
Come pare sia diventata prassi farsi diffidare dal Prefetto ad ogni approvazione di bilancio: anche questa avvenuta l’anno scorso, in questa primavera e, con tutta probabilità domani. Un vero e proprio disastro non imputabile in alcun modo a vicende parlamentari ma solo alla completa inadeguatezza di questa amministrazione.

Una situazione oltre ogni decenza e regolamento che abbiamo già segnalato formalmente al Prefetto perché intervenga per porre rimedio a queste reiterare violazione regolamentari.
Il Presidente del Consiglio dovrebbe assicurare la dignità dell’organo consiliare e farne rispettare le prerogative. Assistiamo invece ad una gestione fuori da ogni norma e decenza che non sarebbe permessa nemmeno in un’assemblea di una bocciofila.
Per un lavoro serio e fruttuoso chiediamo che siano messi a disposizione dei consiglieri gli atti di bilancio e i pareri del Collegio dei revisori almeno dieci giorni prima la scadenza fissata per la presentazione degli emendamenti.

Appello per L’Aquila

L’Aquila che Vogliamo”

Leave a Comment